Conoscere il Dott. Nanza
  • Iscriviti alle news

Attività di preparazione e simulazione psico-educativa alla risonanza magnetica che permette di conoscere e sperimentare anticipatamente tutti gli oggetti, ambienti e modalità dell'indagine medica.

Il diritto dei bambini e delle bambine di essere a conoscenza delle pratiche terapeutiche e diagnostiche alle quali verranno sottoposti non è tutelato; (rif. Carta dei diritti del bambino, del 20/11/89 dell'ONU). I bambini che vivono l’esperienza della Risonanza Magnetica spesso manifestano elevati livelli di ansia e paura causati dall’affrontare un’esperienza sconosciuta che chiederà loro di stare immobili per un lungo periodo di tempo e con rumori molto forti che possono rendere difficile il compito loro assegnato. Questo rende spesso necessario l’utilizzo della situazione per riuscire nell’intento.

Obiettivi

  • 01 Permettere ai bambini e alle bambine di conoscere preventivamente la procedura (necessità di rimanere immobili, i suoni incontrati, la posizione in cui dovranno rimanere) che successivamente incontreranno nel momento dell’esame;
  • 02 Permettere al bambino e ai genitori di potersi adattare all'ambiente ospedaliero, solitamente fonte di paura;
  • 03 Offrire contenimento emotivo per piccoli e adulti in un momento dove ansia e preoccupazione, solitamente, sono di difficile gestione.

Beneficiari

Tutti i bambini di età compresa tra 5 e 15 (?) anni che devono essere sottoposti a Risonanza Magnetica Nucleare e tutti i genitori.

Modalità di intervento e Tempi

L’attività di preparazione all’intervento chirurgico è realizzata da un operatore specializzato appartenente allo staff professionale di Giocamico ed effettuata tutti i giorni della settimana all’interno dell’ospedale dei bambini di Parma in una stanza specifica dedicata a questo tipo di attività.

Risultati

Dal 2009 sono stati preparati alla Risonanza Magnetica Nucleare 2768 bambini (circa 180 bambini ogni anno).

Materiale utile

Twitter @giocamico

Facebook fanpage